NH Collection Milano CityLife

Paolo Cardano - Managing Director - DV Real Estate
La nostra scelta di investire in questo luogo nasce innanzitutto dalla scelta di investire in una città come Milano, sia per ragioni legate al Business ma anche alla qualità della vita.
Il quartiere di Citylife che si è trasformato grazie all'intervento di Allianz e Generali degli uffici ma anche tutto il contesto che man mano sta seguendo e quindi anche la chiesa che ormai era dismessa da diversi anni ha seguito quel processo di trasformazione della di tutto il quartiere dando vita a un immobile che serve le esigenze attraverso la realizzazione di una struttura ricettiva che fino ad oggi mancava in in quest'area.

Architetto Michele Reginaldi - Architetto e Founder - Quattroassociati
L'edificio della chiesa, un imponente volume, considerando la sua altezza 25 m, tre navate con voltate anche, quindi costruita tutta in muratura, quindi potente da un punto di vista dell'espressività anche degli spazi interni, è diventato per noi la misura su cui articolare poi le scelte linguistiche e di spazio del futuro hotel.

Uno dei problemi era quello di unificare la parte antica e la parte diciamo più recente all'interno di un'immagine architettonica che potesse rappresentare un elemento unico, quindi uno dei temi che si è posto fin dall'inizio e come rileggere questa architettura diciamo del passato.
Questa rilettura che ha portato a individuare un elemento che potesse costituire elemento comune denominatore per poter in qualche modo informare tutti gli spazi, quindi di tutti gli elementi architettonici che sono presenti nell'edificio storico è stato individuato uno che è la lesena che è caratteristica proprio della costituzione dell'impaginato della fronte principale.
Ma allo stesso tempo è stato anche interpretato come elemento verticale come taglio e quindi l'edificio proprio per cercare di perdere quelle connotati diciamo religiosi è stato affettato proprio nel vero senso della parola facendo dei grandi tagli verticali a tutta altezza In modo tale che la luce esterna potesse permeare la spazialità interna ciò che molto spesso nelle chiese avviene solo dall'alto nelle parti superiori delle murature ma mai fino a raggiungere la quota bassa.

La soluzione adottata, che è stata proposta da Alessandro Bertolani proprio per cercare di avere sia quelle qualità di leggerezza dal punto di vista della costruzione e quindi non caricare troppo i solai e anche i sistemi di montaggio legati alla altezza dell'edificio e allo stesso tempo alla qualità di questo prodotto, di questo intonaco che viene distribuito su tutte le superfici e che è un rasante carteggiato a mano quindi con quella particolarità che la superficie poi restituisce in questo bianco cangiante e allo stesso tempo con quella qualità artigianale che lo rende prezioso ecco, che ha restituito appunto un'immagine a tutto l'edificio e quando è colpito dalla luce di luce diurna questo bianco diventa prevalentemente cangiante e iridescente quindi restituisci quasi un valore astratto e rende l'intero edificio nonostante la sua definizione come se fosse un modello quindi come se fosse irreale e questa è stata diciamo un risultato a cui noi adesso ci teniamo molto e che ci fa piacere di aver raggiunto grazie all'esperienza e alle capacità che sto e che con Bertolani siamo riusciti a ottenere.

Andrea Plantamura - ER&D and Acoustic department - ESA Engineering Srl
Noi di Esa Engineering ci siamo occupati, in quanto società di consulenza multidisciplinare, anche di aspetti ingegneristici; non abbiamo definito le prestazioni solo meramente da un punto di vista normativo ma, ad esempio, dal punto di vista acustico avevamo delle richieste da parte di NH molto stringenti su quella che è l'acustica interna ed è stato fatto uno studio molto importante per definire l'isolamento di facciata in base al rumore effettivamente esterno della zona.
Claudia Lacopo - Head of Lighting Design Department - ESA Engineering Srl
Il ruolo dell'illuminazione in un contesto di questo tipo è il completamento del ragionamento architettonico, quindi noi ci basiamo ovviamente sul contesto in cui stiamo operando, su Milano, sullo studio dettagliato dell'edificio, sullo studio del concetto che poi l'architetto vuole trasmettere.
Ci siamo concentrati principalmente sulla parte storica per poi unificare tutto il contesto anche alla parte nuova, la torre.
L'elemento principale su cui ci siamo concentrati è la lesena e grazie all'illuminazione la mettiamo in risalto dall'interno quindi con un controluce con una parte appunto di contrasto diamo diamo risalto a questa spazialità importante che l'edificio crea.

Alessandro Bertolani - Founder - Bertolani Costruzioni
In questa commessa siamo stati coinvolti dall’investitore con largo anticipo proprio per la caratteristica e la particolarità che gli elementi di facciata dovevano avere per rispondere a quelle che erano le aspettative progettuali. L’essere stati coinvolti con così tanto anticipo ci ha consentito di comprendere il progetto e le finalità e in un certo modo di poter assecondare quello che era il desiderio del progettista e dello studio quattroassociati e quindi si è optato per una soluzione utilizzando degli elementi in polistirene espanso sinterizzato con una combinazione di intonaci lavorati prevalentemente in cantiere che potesse ottenere quella texture che era del desiderio progettuale e che conferisce a questo edificio un aspetto un aspetto contraddistintivo.

NH Collection Milano CityLife

Bertolani Costruzioni ha partecipato alla realizzazione dell'hotel NH Collection Milano CityLife.

Progettista: Architetto Michele Reginaldi - Studio Quattroassociati
Location: Via Bartolomeo Colleoni 14 - Milano
Anno: 2022

Tag:  alessandro bertolaniArchistarESA Engineeringgino garbelliniMichele Reginaldipiuarchprogettazioni costruzionirealizzazione sistemi costruttivi a facciata ventilata

Sigla.com - Internet Partner
+39 0386 41018